Mercatini di Natale 2015: i tre che avrei voluto vedere..

Mercatini di Natale 2015: i tre che avrei voluto vedere..

Intro: I risvegli canterini dal mood festive season 

…ora preparati allo svolgimento!

Svegliarsi con un commento su instagram di Cajusenzaccento che ti dice: “Sveglia andiam, sveglia andiam, non si dorme piùùùùùù..” è il sintomo mondiale di pieno ingresso nella, da me tanto temuta, Xmas zone! Eppure mi ha fatto sorridere..

Eh sì ho già scritto della mia allergia sintomatologia ansia disfunzione natalizia eppure per fortuna sono madre, sognatrice, sorella di Peter Pan e amica del cuore di Alice nel Paese del Meraviglie, così mi viene abbastanza naturale riuscire a chiudere gli occhi per potermi teletrasportare laddove la mente, con tanto di corpo e cuore, vorrebbe essere.

Se penso al Natale penso alla Finlandia, alla Lapponia, ma siccome non ci sono mai stata allora per me Babbo Natale è svedese, perché io la Svezia l’adoro!

Sempre per non farmi mancare nulla, io alla Svezia ci penso spesso, sempre, anche ora.. ma ahimè non sono svedese, non abito lì dove hanno procreato quella miniera di diamanti che è l’Ikea e quindi.. va da sé che Babbo Natale diventa automaticamente Italiano.

In fin dei conti gli strascichi della crisi ce li portiamo addosso ancora oggi… quindi accorciamo le distanze!

To cut a long story short, l’unico mio modo per vivere il Natale genuinamente a modo mio, l’unico rimedio che ho trovato per regalare un po’ di normalità ai miei bimbi e non farli sempre sentire sfigatamente alternativi – causa madre immatura e sui generis – è quello di cercare il nord (Europa) in Italia. Che per me vuol dire il Trentino!

Ecco i tre posti magici in Trentino che, con i loro mercatini, le loro tradizioni, i loro colori e l’immancabile sapore di mela e cannella, mi fanno tornare bambina ripristinando un dna umano pressoché nella norma!

Parto col dire che dopo aver passato una settimana indimenticabile sul Lago di Garda, pedalando come forse nemmeno Nibali ha mai fatto in tutta la sua carriera, ho scoperto che i paesini in riva al lago sono stupendi, ma l’entroterra ha molto da dire: il mio pin cade su Tenno e il Borgo di Canale!

Il tempo si è fermato in questo luogo: è un labirinto di vicoli, case, balconi  e archi. Il suo essere così protetta dai monti e dal calore che i suoi abitanti ancora nutrono, rende questo paesino un paradiso incontaminato!

Fino al 20 ci saranno i mercatini di Natale e poi lo speciale “Natale tennese” con corteo dei pastori il 24 e presepe vivente il 26!

Qui tutte le informazioni ed il libretto scaricabile!

canale

La Rovereto rinascimentale e natalizia è quella che invece accoglie il Natale con un chiaro messaggio di pace e fratellanza: i mercatini ed il Natale dei Popoli della cittadina della Vallegarina. Qui tra bancarelle, addobbi e canti natalizi, si trova il perfetto equilibrio tra tradizione locale e culture lontane. Un viaggio nel viaggio, un insegnamento ed un sottolineare quali sono i veri valori del Natale..

natale rovereto

I 100 rintocchi della Maria Dolens, la campana realizzata con il bronzo fuso dei cannoni usati durante la I Guerra Mondiale, accoglie artigiani da tutto il mondo.

Fino al 6 gennaio!

natale rovereto 2

Il week end del 19 e 20 Dicembre e l’apertura straordinaria del 26 e 27, dipingerà di “bianco Natale” il piccolo borgo di Rango, uno dei più belli d’Italia.

Il 20 inoltre ci sarà l'”arrivo” di Babbo Natale, quindi se volete sognare…

rango(2)

Ecco questo è quello che nella migliore delle ipotesi avrei voluto vedere e vivere!

Il Trentino è una tela, i cui fili, le numerose valli, lavorano tutte nella stessa direzione: creare una tela omogenea!

La ricetta ideale? Pedalare a Riva del Garda, curiosare e perdersi tra Canale di Tenno e Arco, vivere l’aria di fraternità del Natale dei Popoli di Rovereto, fare un salto a Rango…e dormire in Val di Non! 

Scopri tutte le offerte dedicate al Natale, Capodanno e per l’Epifania!

photo credits: immagine di copertina