Dario Zeruto: abbracciare un Eremo con un foglio di carta

Dario Zeruto: abbracciare un Eremo con un foglio di carta

A good half of the art of living is resilience. ― Alain de Botton

Se è vero che i social stanno uccidendo il dialogo è altrettanto vero che sono uno straordinario mezzo che, se usato con criterio, può farci viaggiare ed allargare i nostri orizzonti.

Così, per le vie traverse e senza troppo annoiarti, ho conosciuto Dario Zeruto, artista cubano, che vive a Barcellona.  Dario è quel che più facilmente riesco a immaginare come un cartaio: non un commerciante di carta, ma colui che la carta la crea, le dà forma, la plasma, la accarezza, la racconta, la piega, la intaglia, la crea e la ricrea, riesce a darle una voce, un valore, un significato.

Dario, in perfetto equilibrio tra tecniche tessili, legatoria e carta che diventa oggetto e non un semplice foglio!

E se gli chiedi:”Che lavoro fai?”

io faccio i libri, libri che diventano oggetti con cui si può giocare, libri che non sempre si possono leggere ma che si possono sentire, che hanno movimento.

Ma non solo. Dario ha occhi che vanno oltre le pagine e con o grazie  alla carta ha ideato il progetto “In Situ“. Questa è un’altra storia di abbracci, per non dimenticarne l’importanza…

in situ dario zeruto

In Situ nasce del bisogno di recupero di un monumento che rappresenta la nostra memoria storica. Qui il foglio di carta diventa simbolo di resistenza e vincolo tra passato e futuro.

In quel posto sperduto sui Pirenei catalani abbiamo avuto, insieme a Hélène Genvrin,  senza dubbio una grandissima esperienza di lavoro, segnata dalle difficoltà climatiche e dalla stessa complessità del progetto, però più di tutto, quello che ha lasciato una traccia indelebile è stata la carica emozionale, generata dalla solidarietà e dal sostegno di tutti.

ferrera in situ 2

Dario, Helen e parte della comunità di Ferrera

ferrera in situ 3

Dario ed Hélèn

Il sostegno del Centro di Arte e Natura, dei  vicini di Farrera e quello del Museu Moli Paparero di Capellades hanno dato a questa esperienza, creativa e rivendicativa di quello che è il patrimonio culturale del territorio, ha creato una dimensione umana superlativa che rimarrà con noi per sempre.

in situ dario zeruto 4

particolare del lavoro: works in progress – i fogli che avvolgono l’eremo di Ferrera

Dario, è quello che non si ferma di fronte a uno, due, tre successi.. credo che il segreto del suo essere così, sia proprio il riuscire ad assaporare con gioia quel che le sue mani riescono a fare ed il riuscire ad attorniarsi di persone che lo caricano di energia positiva.

Ora sto lavorando nella creazioni di due libri per i bambini piccoli, ispirati da due dei miei lavori, questo a richiesta di una casa editrice di Londra. Continuo a lavorare ad altri progetti sul concetto di libertà di movimento dei cittadini e sul quello che forse mi piace di più, sul ripetersi dei gesti e la successione di Fibonacci.

A lui che vive di libri ho chiesto di consigliarmene uno..

Quello che sto leggendo adesso “Didone”, per esempio. “Nuove storie del passato” di Mariangela Galatea Vaglio. Che fa tanto ridere.

Luogo del cuore?

Uhhhhhh, mi fai pensare. Forse Berlino, dove non torno da un po’. Ma no, senza dubbio il luogo del cuore è Milano. Anche se le mete prossimo sono Madrid, Milano, Rovereto, Torino e Londra.

Cosa non ti ho chiesto ma vorresti dirmi..

Ho una figlia di 20 anni bravissima da cui cui imparo tantissimo e un compagno di vita e amore che è la mia forza.

A me che vivo di pagine, di libri nuovi e vecchi, a me che leggo a tutti, ai bimbi in primis, a me che ho fatto della lettura uno dei miei diecimila lavori, auguro di riuscire ad incontrare la carta ed i libri  di Dario e a te, auguro di dare alla carta un valore più grande di quel che una singola pagina può significare.
in situ dario zeruto 3

L’Eremo visto dall’alto e i lavori completati: l’abbraccio di carta per l’Eremo di Ferrera

In quanto al progetto In Situ [terminato nel settembre 2015], è stato un progetto in grado di riaccendere le luci su un bene che va salvaguardato. Come?! Con un abbraccio di carta, l’arte di Dario ed Hélène ed il senso di appartenenza della comunità di Ferrera.

Vuoi vedere l’Eremita di Ferrera? Sei un artista e vuoi sviluppare un progetto a Ferrera? Ecco come richiedere ospitalità al Centre d’Art i Natura!