Viaggiare in treno: conversazioni con @leFrecce || customer service case history

Viaggiare in treno: conversazioni con @leFrecce || customer service case history

…e dire che io ci metto tanta passione in quel che faccio, ma certe volte proprio, l’universo cosmico pare voglia mettermi alla prova e scatena le sue ire su di me.

Solo 13 ore prima…l’amore che sbocciava e si moltiplicava online…

…e invece!

Ci son quelle cose che prima poi succedono, quelle frasi che prima o poi devono uscire dalla bocca… solo che spesso scelgono il momento sbagliato per  farlo! Non avevo mai perso un treno in vita mia – e ne prendo eh – eppure una congiunzione astrale, i lavori stradali – che li fan sempre quando non devono –  e Trenitalia che stavolta è stata puntuale, mi hanno fatto provare l’ebrezza della perdita del treno: io arrivo e lui…parte! Abbandonata sul binario, lasciata lì come fossi un fazzoletto usato! Oltre alle tonnellate d’imprecazioni, mi ha sfiorato il pensiero di viaggiare in auto:

in fin dei conti Bologna è solo a 4 ore d’autostrada da me! Anzi no, salto sul primo treno  e via..il resto lo sistemo “on the job”

.. l’ho pensato ed l’ho immediatamente fatto! Ecco, tu non farlo! Ora ti spiego il perché.

Vasto – Pescara: 45 minuti trascorsi a conversare via twitter con @LeFrecce per capire che fare: cambio biglietto, nuovo biglietto, supplemento per variazione, lascio o raddoppio?

Ammazza: risposta diretta, celere e con tanto di link al II Sacro Libro del Trasporto Nazionale, indicandomi addirittura la pagina cosi’ da non dover leggere il tutto rischiando la cecità!

E invece…a Pescara le idee erano un po’ più confuse: in biglietteria tre risposte diverse per tre soluzioni diverse. Mentre io cercavo di spiegar loro che avevo twittato con @LeFrecce, finivo per confondere ulteriormente i poveretti…ed anche un po’ me stessa!

Morale della favola: a Bologna ci sono arrivata, e nemmeno poi troppo in ritardo; il biglietto non  é stato cambiato ma riacquistato e ti lascio qui tre consigli e qualche considerazione:

non salire sul primo treno credendo di fare prima, meglio o altro: cambia il biglietto dalla stazione di partenza!

non chiedere aiuto al personale in biglietteria, non sanno quel che dicono (non tutti…ma la gran parte!)

utilizza se puoi il servizio clienti via twitter, scrivendo a @LeFrecce: non so se siano gentili perché i poverini rischiano la gogna online praticamente durante tutto il “turno”…ma sta di fatto che sono stati efficienti!

Inoltre, ti dico che il Sacro Manuale del Trasporto recita (pagina 12, capoverso 5.1) :

“Il cambio del biglietto può essere richiesto:

  • prima dell’orario di partenza del treno presso qualsiasi biglietteria, agenzia emittente e sul sito
    www.trenitalia.com esclusivamente per biglietti acquistati on-line;
  • dopo l’orario di partenza del treno e fino al termine previsto dalla tipologia di biglietto acquistata,
    esclusivamente presso la biglietteria presente nella stazione di partenza del treno indicata sul
    biglietto.

Con questa, ho sfatato il mito “quelli de @leFrecce non son buoni a nulla”: mi hanno aiutata tempestivamente e scrivendomi per oltre 45 minuti.. e ne ho le prove!

trenitalia loves me

@LeFrecce loves me

Qui trovi parte della conversazione pubblica: il passaggio è richiesta info, risposta…se poi occorrono, dettagli DM!

Per un momento non ci siamo compresi…e credo abbiano temuto che mi materializzassi con tanto di ruggito, ma poi abbiamo ripreso toni più cordiali, tanto da ringraziarci reciprocamente per la compagnia!

...sono stati MOLTO pazienti con me!

…sono stati MOLTO pazienti con me!

Se avrai bisogno di supporto e dovessi sentire @LeFrecce via twitter…porta loro i mie saluti!..e buon viaggio.

Photo credits copertina: @thiswildIdea